Pubblicato il Lascia un commento

È sicuro visitare Petra?

Se ti stai chiedendo se è sicuro visitare Petra in Giordania, la risposta rapida è sì. Ma è facile dirlo, e capiamo che quando si viaggia in Medio Oriente come in qualsiasi altra parte del mondo, le cose possono essere confuse e a volte leggere in giro su internet può essere spaventoso (un po’ come la ricerca di una condizione medica). Quindi abbiamo preparato questo articolo per rispondere alle tue preoccupazioni e alle domande sulla sicurezza di visitare Petra in Giordania.

Background su Petra

Petra si trova nel sud della Giordania, nel deserto montuoso, circondata da nient’altro che alcuni villaggi beduini. La regione era storicamente governata dai Nabatei e scarsamente popolata. Le tribù beduine hanno continuato a vivere a Petra nel corso della storia fino alla sua scoperta, relativamente recente. La comunità si è trasferita in un nuovo villaggio nelle vicinanze e il sito si è aperto come uno dei siti archeologici più impressionanti del mondo.

Ultimo aggiornamento: Gennaio 2020

Così… È sicuro visitare Petra?

Con migliaia di turisti che visitano Petra senza problemi ogni giorno, crediamo che non ci sia nulla di cui preoccuparsi quando si tratta di visitare Petra. Attualmente, non ci sono avvisi di viaggio contro Petra. Né il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti, né il Ministero degli Esteri britannico hanno emesso consigli di viaggio contro la visita a qualsiasi luogo nelle vicinanze di Petra. Attualmente consigliano di non visitare il confine con la Siria e l’Iraq. Consigliano anche di evitare le proteste e le manifestazioni politiche che di solito si verificano nel centro delle città.

Come sempre, rimanete informati sulla situazione della sicurezza ed esercitate cautela quando viaggiate, come fareste in qualsiasi altro paese.

2. Il turismo è l’economia di Petra

È importante capire che le tribù beduine che vivono a Petra e nei dintorni dipendono totalmente dal turismo dal punto di vista economico e c’è un grande rispetto per i turisti che vengono a visitarla, il che significa che la sicurezza personale e la sicurezza generale a Petra è molto alta perché c’è un interesse condiviso da tutta la comunità locale a garantire che Petra resti sicura da visitare.

3. E Petra è il fulcro dell’economia turistica della Giordania

Allo stesso modo, Petra è il punto focale del turismo in Giordania, come una delle sette meraviglie del mondo, e il governo giordano ha un enorme interesse a garantire che il sito sia tenuto al sicuro. C’è una grande presenza di sicurezza in Giordania, con un esercito ben addestrato (che opera in coordinamento ad alto livello con l’esercito statunitense in generale).

4. Tutti i gruppi turistici sono accompagnati da un membro della polizia turistica

Tutti i gruppi turistici in Giordania sono accompagnati in ogni momento da membri della polizia turistica. Questo è generalmente al fine di aiutare con qualsiasi problema burocratico che può sorgere durante un tour, ma può anche fornire un ulteriore senso di sicurezza per i visitatori di Petra.

5. Non ci sono precedenti o prove che suggeriscano che non è sicuro visitare Petra

Non sono stati riportati casi di problemi di sicurezza a Petra, specialmente per quanto riguarda i turisti che visitano la città rosa rossa, non c’è nessuna ragione storica per cui i turisti debbano pensare che ci siano problemi di sicurezza visitando Petra.

Come visitare Petra?

Se la sicurezza è una preoccupazione per te, ti suggeriamo che è più facile visitare Petra con un tour. Viaggiare con un tour ti toglie più stress dalla giornata, senza dover calcolare i tuoi piani di viaggio, trovare tassisti, fermate degli autobus e guide turistiche.

Sarà sempre accompagnato da gente del posto e secondo la legge giordana, un membro della polizia turistica accompagna tutti i gruppi. A parte la natura più rilassata del viaggiare con un gruppo, nella maggior parte dei casi è anche più economico. Dai un’occhiata alla nostra selezione completa di tour a Petra qui – tutti comprensivi di 130 dollari di ingresso a Petra – e vedi se ce n’è uno che fa per te.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *