Pubblicato il Lascia un commento

La tua acqua ti provoca l’eruzione cutanea?

Hai speso i soldi (detergenti, tonici, tonici), ci hai messo del tempo (lavaggi religiosi, trattamenti puntuali e precisi), eppure le macchie non si muovono. I nostri amici di YouBeauty indagano su una causa sorprendente dell’acne.

Ma prima che tu alzi le mani per la disperazione, ti suggeriamo qualcosa a cui forse non hai mai pensato prima, qualcosa di così banale e necessario alla tua esistenza quotidiana che non oseresti mettere in dubbio la sua credibilità.

Acqua.

Più: Quanta acqua ti serve davvero?

Esattamente. Con oltre l’85% di tutta l’acqua negli Stati Uniti che è dura, la maggior parte delle case americane devono affrontare la fredda e dura verità: siamo coperti di schiuma di sapone. E quella schiuma di sapone sta ostruendo i nostri pori e contribuendo ai breakout. Il problema dell’acqua dura è che il suo alto contenuto di minerali le impedisce di reagire correttamente con il sapone e, invece di innescare una schiuma, crea uno strato saponoso sulla pelle. Questo non solo ostruisce i pori, ma irrita anche la pelle, rendendola pruriginosa, desquamata e secca.

Vedi altro

“Queste impurità nell’acqua rendono difficile il lavaggio del sapone e dello shampoo, portando alla secchezza della pelle e del cuoio capelluto, che irritano direttamente la pelle e causano arrossamenti e rosacea”, dice il Dott. Dennis Gross, dermatologo di Manhattan e fondatore della linea di prodotti Dr. Dennis Gross Skincare.

C’è anche una correlazione tra acqua dura e disturbi della pelle, come l’eczema. “I minerali, come il calcio, che si trovano in maggiore concentrazione possono causare la perdita di umidità nella pelle, che può portare a condizioni irritanti, come l’eczema”, dice il dermatologo newyorkese Dr. Eric Schweiger. Una ricerca dell’Università di Nottingham ha scoperto che, su oltre 7.500 bambini in età scolare, l’eczema era significativamente più comune per quelli che vivevano in zone con acqua dura rispetto a quelli che vivevano in zone con acqua dolce.

Non si tratta solo di convertire l’acqua dura in dolce, cosa che si può fare con un sistema di filtraggio domestico, perché questo non si occupa dei metalli pesanti – come ferro, zinco, magnesio, rame e piombo – che causano problemi alla pelle. “Un sistema di filtraggio casalingo non è un mezzo efficace per salvaguardare la pelle perché i metalli pesanti sono microscopici e presenti nella soluzione stessa dell’acqua”, dice il dottor Gross.

QUIZ: Quanto è sana la tua pelle?

Cosa stanno facendo questi metalli pesanti alla nostra pelle?

Secondo il Dr. Gross, le impurità causano una reazione chimica con gli oli naturali della pelle, cambiando la consistenza dell’olio da liquido a cera, che a sua volta ostruisce i pori e porta all’acne. Hanno la stessa risposta alle creme, anche quelle non comedogeniche.

“Dopo che il viso viene lavato e asciugato, le impurità dell’acqua rimangono ancora sul viso e si aggrappano alla pelle”, dice il dottor Gross. “Anche se queste creme sono formulate con sostanze oleose create appositamente per non ostruire i pori, quando le creme entrano in contatto con le impurità dell’acqua rimaste sul viso (dopo che è stato lavato e asciugato), le impurità rimanenti fanno sì che le sostanze oleose ostruiscano i pori.”

Inoltre, le impurità presenti nell’acqua di rubinetto possono agire come radicali liberi, che si legano alle cellule sane della pelle e le distruggono. Questo a sua volta porta alla rottura del collagene e alla formazione di linee sottili e rughe.

Più: La tua guida all’acne

Ma per qualcosa che viene propagandato come causa di così tanti problemi della pelle, non sembra aver preso piede con la maggior parte dei famosi specialisti della pelle. Molti affermano che, nel peggiore dei casi, l’acqua dura rende la pelle più secca. “Nella maggior parte dei pazienti, sarebbe utile passare dall’acqua dura a quella dolce, ma non necessario”, dice il Dr. Schweiger. “Se i pazienti usano detergenti delicati e si lavano con cura, applicando una crema idratante dopo il lavaggio, la maggior parte dei pazienti sarà in grado di tollerare qualsiasi tipo di acqua.”

Ma il Dr. Gross pensa che sia solo una questione di tempo prima che i dermatologi inizino a considerare il disastro che l’acqua sta causando alla nostra pelle. Anche lui non si preoccupava molto dell’acqua, fino a quando i problemi di pelle dei pazienti del suo studio di Manhattan lo hanno portato a indagare ulteriormente. “Tornavano da viaggi negli Stati Uniti o all’estero con la pelle irritata – anche se usavano lo stesso identico regime di cura della pelle”, ha detto. Concludendo che i loro problemi di pelle derivavano dalla variazione dell’acqua della città, il Dr. Gross ha iniziato a eseguire test di laboratorio sull’acqua del rubinetto in tutta la nazione. “Sono rimasto scioccato dalla variazione del contenuto di metalli pesanti da città a città”, dice.

Nella sua ricerca, il dottor Gross ha scoperto che ogni metallo ha indicato un certo problema della pelle. Egli ritiene che il ferro – con quantità elevate a Los Angeles, Park City e New York – sia il metallo più dannoso trovato nell’acqua di rubinetto perché i depositi accumulati vengono energizzati dal sole, che è stato collegato ad alcuni casi di cancro della pelle. Ma per quegli individui che sono inclini a breakout, dice che il calcio e il magnesio sono i due elementi che causeranno il maggior danno. “Entrambi questi elementi fanno sì che i propri oli diventino comedogenici e formino tappi di cera che ostruiscono i pori e portano a ulteriori irritazioni, infiammazioni, sfoghi e irritazioni”, ha detto.

Alcuni, dopo aver fatto questa scoperta, hanno smesso di usare l’acqua del rubinetto, optando per la pulizia con prodotti anidri (senza acqua) o acqua in bottiglia (così Paris Hilton). Lavarsi con l’acqua distillata spesso lascia chi non è abituato con una sensazione di “scivolosità”, perché l’acqua fa immediatamente la schiuma e smantella la schiuma di sapone che poi permane sulla pelle.

Più: Come lavarsi la faccia

Ma per coloro che non possono resistere a quella rinfrescante scarica di H20 che scende sul viso sotto la doccia ogni mattina, possono optare per prodotti che contengono chelanti, un complesso organico che sequestra i metalli pesanti sulla superficie della pelle, impedendo loro di penetrare nei pori e causare danni. Hydra-Pure del Dr. Dennis Gross Skincare? Intense Moisture Cream è infusa con il Complesso Chelante del Dr. Gross, che dice “è paragonabile a lavare il viso con H20 puro.”

Perché anche se sembra che si possa comprare una pozione per ogni poro nel mercato della cura della pelle in questi giorni, niente batte una pulizia con puro, vecchio H20.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *